lunedì 7 dicembre 2015

GARANTE DELLA PRIVACY - MODALITA' DI ISCRIZIONE TELEMATICA DEGLI ATTI DI ULTIMA VOLONTA'

 

Il Garante della Privacy ha emesso parere in merito allo schema di regolamento del Ministro della Giustizia circa la disciplina relativa alle modalità di iscrizione in via telematica degli atti di ultima volontà nel registro generale dei testamenti, su richiesta del notaio o del capo dell'archivio notarile.

Attualmente l’invio da parte del notaio dei dati relativi al ricevimento degli atti di ultima volontà avviene mediante trasmissione dei documenti redatti su supporto cartaceo al Registro generale dei testamenti, ricorrendo all’utilizzo di apposite schede.

Il parere del Garante riguarda il caso nel quale l’invio dei documenti in esame avvenga facendo ricorso a strumenti informatici e, precisamente, mediante documento sottoscritto digitalmente dal notaio ed inoltrato via PEC (quindi, mediante procedura integralmente telematica); precisamente, vengono affrontati i profili relativi alla protezione della riservatezza degli atti di ultima volontà, ovvero, inerenti un ambito nel quale non possono essere rese note informazioni anteriormente alla morte del testatore.